Infortuni sul lavoro in calo. Aumentano i casi mortali.

La relazione annuale dell’Inail del 2018 è chiara: sono diminuiti gli infortuni sul luogo di lavoro, ma sono aumentate le denunce dei casi mortali. I risultati esposti sono completi e dettagliati, ma a nostro avviso, due sono i passaggi salienti illustrati dal presidente dell’INAIL, al convegno del 26 giugno 2019:

  • Infortuni sul lavoro: nel 2018 l’INAIL ha registrato 645mila denunce di infortunio, con una lieve diminuzione dello 0,3% rispetto al 2017,  più accentuata se non si considerassero le comuinicazioni obbligatorie. Tuttavia, delle 1.218 denunce di infortunio mortale, i casi accertati sul lavoro sono 704, con un aumento del 4,7% rispetto all’anno precedente.
  • Malattie professionali: nel corso del 2018 vi sono state denunce pari al 2,6% in più rispetto al 2017 e viene riconosciuta la causa professionale al 37%.

Nei primi cinque mesi del 2019, le recenti rilevazioni mostrano che i casi mortali denunciati sono stati 391, due in più rispetto allo stesso periodo del 2018, mentre rimane stabile il valore delle denunce di infortunio sul lavoro. Invece, in merito alle malattie professionali, è stato registrato un incremento del 1,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il bilancio annuale prosegue l’approfondimento dei risultati ottenuti dall’Istituto sul fronte degli interventi, della ricerca, degli investimenti e delle novità assicurative, risaltando il positivo esito economico-finanziario.

E’ quindi fondamentale prevenire gli infortuni e promuovere la sicurezza in azienda. Per operare nel modo corretto è possibile appoggiarsi al nostro team di professionisti, esperti nella consulenza e assistenza delle attività di formazione e prevenzione della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.

Share the Post:

Related Posts