Riduzione del tasso INAIL – Valutare l’investimento in sicurezza

A tutte le Aziende, l’INAIL offre uno strumento utile ad ottenere una riduzione del premio annuale INAIL, (che può arrivare anche al 28%) qualora nel corso dell’anno siano stati eseguiti miglioramenti delle condizioni di sicurezza e d’igiene nei luoghi di lavoro, in aggiunta a quelli previsti dalla normativa in materia.
E proprio nel corso dell’anno che vi sarà la necessità di valutare il costo dell’investimento, verificando il recupero che si avrebbe in termini di sconto sul premio.

Riportiamo un veloce ed utile vademecum.

Cosa è il modello OT20/OT24?

Le aziende possono richiedere ogni anno, entro il 28 febbraio, una riduzione del suddetto premio, relativo all’anno precedente, previa domanda telematica mediante modello OT20 oppure OT24, in base al numero di dipendenti ed alla classe di rischio del luogo di lavoro in cui essi operano.
La riduzione OT20 può essere richiesta dalle ditte che hanno iniziato l’attività da non oltre un biennio, quella OT24 dai Datori di Lavoro dopo i primi due anni di attività.

Risparmio per l’azienda?

Se accolta la domanda inoltrata, secondo i modelli OT20/OT24, la riduzione del premio annuale dovuto all’INAIL è così sintetizzabile:

fino a 10 lavoratori: riduzione annuale del 28%
da 11 a 50 lavoratori: riduzione annuale de 18%
da 51 a 200 lavoratori: riduzione annuale de 10%
oltre 200 lavoratori: riduzione annuale de 5%

Condizioni per l’ottenimento della riduzione?

Le aziende possono richiedere la riduzione del premio annuale INAIL a condizione che abbiano:

– una posizione contributiva e assicurativa regolare;
– effettuato, nell’anno precedente a quello in cui si richiede la riduzione (=2018), interventi di miglioramento nel campo della prevenzione degli infortuni e igiene del lavoro, tali che la somma dei punteggi assegnati ad essi sia almeno pari a 100.

Come raggiungere i 100 punti?

A titolo esemplificativo, è possibile raggiungere la soglia dei 100 punti mediante i seguenti interventi, scelti tra quelli indicati dall’INAIL:

  • Riunione periodica, ex art. 35 D.Lgs. 81/08 e s.m.i., per aziende con almeno 15 lavoratori nell’anno 2018
  • Verbale riunione periodica datato e firmato con trattazione elementi
  • Documenti da cui si evinca la programmazione annuale e le riunioni
  • Elenco lavoratori dell’anno solare precedente a quello presentazione domanda (2018)
  • Dotazione di defibrillatore -Attestato di BLSD (conseguito nell’anno 2018)
  • Interventi per la prevenzione muscolo- scheletrica MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI
  • Procedura per la verifica della formazione
  • Visite specifiche di sorveglianza sanitaria per i lavoratori incaricati delle squadre di emergenza (PPS – GEA)
  • Idoneità allo svolgimento del ruolo

Per rendere più semplice questo procedimento e snellire le pratiche burocratiche, GVS81 assite il cliente sia in fase di valutazione degli investimenti sia nella gestione operativa della pratica.

Share the Post:

Related Posts